Paste di mandorla

PASTE DI MANDORLA ricetta

PASTE DI MANDORLA ricetta

Paste di mandorla, un dolce che non deve mancare in casa mia a Natale.

Sono dei pasticcini semplici, buoni e gustosi.

Pochi ingredienti, senza olio, senza burro, senza farina 00.

La ricetta che vi scrivo oggi e’ molto antica, voglio condividerla con voi.

Ora passiamo agli ingredienti.

INGREDIENTI

1 kg di mandorle sbucciate e tritate

1 buccia di limone grattuggiato

400 gr di zucchero (350 gr dentro l’impasto e 50 gr serviranno per passarli  dopo)

4 uova 2 interi e 2 tuorli

q.b. di ciliegine candite

Forno a 180° per 20 minuti

PROCEDIMENTO

Si incomincia dalle mandorle.

Una volta comprate bisogna sbucciarle, mettetele in acqua calda e lasciateli stare un po’, la pellicina se ne verra’ facilmente, e con le mani togliete la buccia.

Una volta sbucciate tutte le fate asciugare bene, consiglio di sbucciarle qualche giorno prima, e dopo le tritate finemente.

Se non volete sbucciarle o non avete tempo potete comprarle gia’ sbucciate.

Dopo averle tritateci mettiamo lo zucchero e le uova ed impastiamo bene.

Deve risultare un panetto omogeneo.

Dal panetto preleviamo piccoli pezzi, formiamo una pallina e passiamo solo il sopra nello zucchero, e li mettiamo su teglia da forno rivestita di carta forno.

Dopo aver passato le palline nello zucchero e averli messi sulla teglia mettiamo su ogni pallina la giliegina candita, spingendo un pochino.

paste di mandorla

Una volta completato tutto mettiamo in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti.

Una volta sfornate le fate raffreddare e mettete nei contenitori per biscotti e quando ne avrete voglia ne mangiate qualcuno.

Dai anche qui un’occhiata se ti piacciono le mandorle

Oppure qui.

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su Facebook ed anche su Youtube con le video ricette.

 

Leggi anche queste ricette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.